Progetto

OPEN FARMS

Per un modello innovativo di intervento
con le persone con disturbo dello spettro autistico
in Agricoltura Sociale

Il progetto

Il Progetto OpenFamS ha la finalità di promuovere  un’economia sociale più competitiva mediante la promozione di attività innovative di welfare territoriale e il sostegno all’avvio e al rafforzamento di attività imprenditoriali sociali.

Il Progetto, di durata biennale, è collegato alla prossima realizzazione di un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli a Torreorsina e alle attività agricole realizzate presso i terreni e gli orti della Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre.

Parallelamente, il Progetto sarà portato avanti anche a Spello, presso il centro gestito dal partner Angsa Umbria e prevede Azioni di inclusione sociale condotte dal partner Legambiente Umbria

I protagonisti dell’iniziativa sono 10 giovani con disturbo dello spettro autistico che stanno partecipando a percorsi abilitativi propedeutici all’integrazione sociale e lavorativa

Percorsi “on the job” per giovani con disturbi dello spettro autistico che integrano i Piani Terapeutici con finalità di abilitazione lavorativa

Azioni di inclusione Sociale nei contesti di Agricoltura sociale di Terre Umbre e ANGSA e nei territori con la partecipazione attiva dei beneficiari, loro famiglie e delle Comunità tramite attività/eventi di promozione dell’inclusione, dell’Agricoltura Sociale e della cittadinanza attiva e consapevole.

Attività produttive di Agricoltura Sociale - coltivazione, laboratorio di trasformazione prodotti agricoli, commercializzazione

Definizione, tramite service design, di Modello specifico di intervento per l’inclusione lavorativa e sociale per la presa in carico globale di giovani con disturbo dello spettro autistico coerente con i piani terapeutici.

\

Percorsi abilitativi propedeutici all’integrazione sociale e lavorativa

Rispondere al bisogno dei giovani con disturbo dello spettro autistico di partecipare a percorsi abilitativi propedeutici all’integrazione sociale e lavorativa. 

\

Acquisizione delle abilità indispensabili all’autonomia di vita

Coniugare un intervento precoce volto all’acquisizione delle abilità indispensabili all’autonomia di vita con un approccio comportamentale più soft, all’interno del quale assumono un’importanza basilare. l’aspetto emotivo e relazionale.

\

Attività di reale integrazione

Promuovere la partecipazione delle persone con disturbo dello spettro autistico e dei loro familiari, tramite  attività di reale integrazione con gli “altri” cittadini, singoli e associati, in una modalità di mutuo scambio di relazioni ed esperienze.

Percorsi di inclusione socio-lavorativa 

La finalità di Open Farms è “creare” una “nuova forma” di welfare per rispondere al legittimo desiderio delle persone con disturbo dello spettro autistico di diventare ed essere riconosciuti adulti attraverso percorsi di inclusione socio-lavorativa. La metodologia del progetto prevede, quale elemento strategico, la co-progettazione tra più realtà (Soggetti promotori/ Stakeholder/Comunità) 

Le Comunità dei cittadini, singoli o associati, tramite la partecipazione attiva al Progetto nelle diverse fasi e attività, ricevono benefici: nuove conoscenze, relazioni positive, valorizzazione dei contesti comunitari e sviluppo della cittadinanza attiva.
Il tutto nel contesto facilitante dell’Agricoltura Sociale e dei valori che la caratterizzano con particolare riferimento al rapporto tra Agricoltura e tutela/valorizzazione dell’Ambiente e del Territorio.

Le attività di Open Farms

Inizialmente tutti i ragazzi saranno inseriti presso la serra per un primo periodo, nel rispetto dei tempi di apprendimento e osservazione: l’ambiente della serra è un luogo protetto e circoscritto che permette di fare formazione e di iniziare ad apprendere come muoversi nel contesto agricolo, favorendo un’osservazione iniziale maggiormente mirata e garantendo l’acquisizione di prime abilità.

Successivamente i ragazzi saranno suddivisi in gruppi di lavoro inseriti nei diversi contesti lavorativi della Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre.

In serra

Produzione di piante in semenzaio (orticole e aromatiche) e produzione a terra di orticole.

In fattoria

Produzioni orticole di pieno campo, attività̀ di vendita diretta dei prodotti. Attività di fattoria didattica e sociale.

In orto

Semina, cura e raccolta delle piante orticole e aromatiche.

In locanda

Mansioni dell’accoglienza e cura e organizzazione della sala pranzo.

In laboratorio

Stoccaggio prodotti, packaging e lavorazione verdure/aromatiche (essiccazione, confezionamento e insacchettamento), cura del luogo

Chi Siamo

Open FarmS è il progetto dell’Associazione Temporanea di Scopo tra: Società Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre (Capofila), Associazione Angsa Umbria O.N.L.U.S. (Mandante) e Legambiente Umbria Associazione di Promozione Sociale (Mandante)

News e blog

Aggiornamenti e informazioni utili da Open Farms

Dall’orto alla dispensa

Dall’orto alla dispensa

Open Farms è...Dall’orto alla dispensa Questi sono barattoli che contengono un piccolo grande sogno. Un percorso, un risultato.Sono il segno tangibili che l’agricoltura sociale inizia nell’orto, passa nel punto vendita e finisce nelle dispense delle persone. Un...

leggi tutto
Bilancio Sociale 2020

Bilancio Sociale 2020

BILANCIO SOCIALE 2020Download La redazione di questa edizione del Bilancio Sociale permette alla Terre Umbre Società Cooperativa Sociale Agricola di affiancare al tradizionale Bilancio di esercizio, un ulteriore strumento di rendicontazione che fornisce una...

leggi tutto

Perché l’Agricoltura Sociale?

Un apprendimento costruito su esperienze direttamente vissute

L’approccio proprio dell’Agricoltura Sociale, consente alla persona con disturbo dello spettro autistico (ASD) di acquisire abilità e conoscenze su base esperienziale vedendo fare cose concrete, a contatto con un mondo dove, quasi tutto, ha un senso compiuto e la filiera è corta… Quindi un apprendimento costruito sulle esperienze che hanno un significato e vengono direttamente vissute dal soggetto.

Sul piano relazionale ed umano, il contesto agricolo favorisce naturalmente il rapporto 1/1, o in piccoli gruppi, quadro preferibile per la persona con ASD in considerazione delle sue difficoltà a decodificare sia il linguaggio verbale che quello non verbale.

Per facilitare la partecipazione sociale, lavorativa, di cittadinanza attiva delle persone con ASD e delle loro famiglie e delle Comunità, il Progetto adotta la metodologia del co-design quale strumento elettivo per un percorso condiviso che renda realmente esigibili e concreti i diritti di partecipazione alle decisioni di tutti coloro che, a vario titolo, saranno coinvolti nel Progetto.

Perché l’Agricoltura Sociale?

Un apprendimento costruito su esperienze direttamente vissute

L’approccio proprio dell’Agricoltura Sociale, consente alla persona con ASD di acquisire abilità e conoscenze su base esperienziale vedendo fare cose concrete, a contatto con un mondo dove, quasi tutto, ha un senso compiuto e la filiera è corta… Quindi un apprendimento costruito sulle esperienze che hanno un significato e vengono direttamente vissute dal soggetto.

Sul piano relazionale ed umano, il contesto agricolo favorisce naturalmente il rapporto 1/1, o in piccoli gruppi, quadro preferibile per la persona con ASD in considerazione delle sue difficoltà a decodificare sia il linguaggio verbale che quello non verbale.

Per facilitare la partecipazione sociale, lavorativa, di cittadinanza attiva delle persone con ASD e delle loro famiglie e delle Comunità, il Progetto adotta la metodologia del co-design quale strumento elettivo per un percorso condiviso che renda realmente esigibili e concreti i diritti di partecipazione alle decisioni di tutti coloro che, a vario titolo, saranno coinvolti nel Progetto.

Cooperativa Sociale Agricola

Terre Umbre

Lavoriamo a Vivaio Acquavogliera (San Gemini - TR),
a Montemorcino (PG),
e nei terreni a Stroncone e in Valnerina
(Montefranco, Ferentillo, Collestatte - TR)