Il progetto

Per un modello innovativo di intervento
in Agricoltura Sociale

Alcuni dati di contesto

Ogni 10.000 persone nate 10 sono affette da autismo primario, ogni 10.000 persone 60 sono affette da disturbo generalizzato dello sviluppo (DGS); il rapporto tra uomini e donne è di 4 a 1 (media mondiale).

Manca ad oggi una reale conoscenza dei dati relativi all’incidenza di tai sindromi nella popolazione oltre i 19 anni di età perché fino all’emissione del DSM-V (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali), il passaggio dai Servizi Riabilitativi dell’Età Evolutiva ai Servizi della Salute Mentale coincideva con la perdita della diagnosi, oltre che delle cure e dei trattamenti specificamente necessari.

Attualmente le politiche sulla salute sono orientate alla  necessità del riordino dei servizi nella prospettiva dell’integrazione sociale e lavorativa prevedendo tra l’altro la realizzazione e il sostegno attivo di forme di residenzialità̀ protette specifiche per persone giovani e adulte affette da ASD.

Fabbisogni a cui si intende dare risposte

Rispondere al bisogno dei giovani con disturbo dello spettro autistico (ASD) di partecipare a percorsi abilitativi propedeutici all’integrazione sociale e lavorativa. Abilitativi e non riabilitativi, in quanto per il soggetto autistico non si può parlare di ri-abilitazione, in quanto le abilità non sono mai state acquisite.

  • Coniugare un intervento precoce volto all’acquisizione delle abilità indispensabili all’autonomia di vita con un approccio comportamentale più soft, all’interno del quale assumono un’importanza basilare. l’aspetto emotivo e relazionale.
  • Promuovere la partecipazione delle persone con ASD e dei loro familiari, ma anche di realizzare attività di reale integrazione fra le persone con ASD e loro famiglie con gli “altri” cittadini, singoli e associati, in una modalità di mutuo scambio di relazioni ed esperienze.

Finalità

La finalità di “creare” una “nuova forma” di welfare per rispondere al legittimo desiderio delle persone con disturbo dello spettro autistico di diventare ed essere riconosciuti adulti attraverso percorsi di inclusione socio-lavorativa tramite la co- progettazione tra più realtà (Soggetti promotori/ Stakeholder/Comunità).

Le Comunità dei cittadini, singoli o associati, tramite la partecipazione attiva al Progetto nelle diverse fasi e attività, ricevono benefici: nuove conoscenze, relazioni positive, valorizzazione dei contesti comunitari e sviluppo della cittadinanza attiva nel contesto facilitante dell’Agricoltura Sociale e dei valori che la caratterizzano con particolare riferimento al rapporto tra Agricoltura e tutela/valorizzazione dell’Ambiente e del Territorio.

Obiettivi

L’obiettivo generale è :

  • Migliorare l’inclusione sociale e lavorativa per giovani con disturbo dello spettro autistico con la realizzazione di uno specifico modello di intervento nel contesto dell’Agricoltura Sociale con la partecipazione attiva delle Comunità dei cittadini

Gli obiettivi specifici sono:

  • Abilitare giovani con ASD (Autism Spectrum Disorders) con età superiore a 16 anni tramite percorsi on the job in Agricoltura Sociale finalizzati a sviluppare opportunità di lavoro
  • Migliorare l’inclusione sociale delle persone con disturbo dello spettro autistico e le loro famiglie tramite il coinvolgimento attivo nella progettazione e realizzazione di attività di aggregazione e promozione con misure di facilitazione alla partecipazione in attività nell’ambito del Progetto o in attività già strutturate dai soggetti della rete di Progetto.
  • Coinvolgere le Comunità in un processo di partecipazione attiva tramite lo strumento del co- design, integrando conoscenze, competenze, sviluppo e scambio di relazioni, risorse comunitarie sia a favore delle persone con disturbo dello spettro autistico e loro famiglie che dei cittadini nel contesto dell’Agricoltura Sociale.

Elementi metodologici

L’approccio proprio dell’ Agricoltura Sociale, consente alla persona con ASD di acquisire abilità e conoscenze su base esperienziale vedendo fare cose concrete, a contatto con un mondo dove, quasi tutto, ha un senso compiuto e la filiera è corta… Quindi un apprendimento costruito sulle esperienze che hanno un significato e vengono direttamente vissute dal soggetto.

Sul piano relazionale ed umano, il contesto agricolo favorisce naturalmente il rapporto 1/1, od in piccoli gruppi, quadro preferibile per la persona con ASD in considerazione delle sue difficoltà a decodificare sia il linguaggio verbale che quello non verbale.

Per facilitare la partecipazione sociale, lavorativa, di cittadinanza attiva delle persone con ASD e delle loro famiglie e delle Comunità, il Progetto adotta la metodologia del co- design quale strumento elettivo per un percorso condiviso che renda realmente esigibili e concreti i diritti di partecipazione alle decisioni di tutti coloro che, a vario titolo, saranno coinvolti nel Progetto.

Contenuti

  • Attività produttive di Agricoltura Sociale: coltivazione, laboratorio di trasformazione prodotti agricoli, commercializzazione
  • Percorsi “on the job” per 10 giovani con ASD che integrano i Piani Terapeutici con finalità di abilitazione lavorativa
  • Definizione, tramite service design, di Modello specifico di intervento per l’inclusione lavorativa e sociale per la presa in carico globale di giovani con ASD coerente con i piani terapeutici.
  • Azioni di inclusione Sociale (AIS) nei contesti di Agricoltura Sociale di Terre Umbre e ANGSA e nei territori con la partecipazione attiva delle persone con ASD, loro famiglie e delle Comunità tramite attività/eventi di promozione dell’inclusione, dell’Agricoltura Sociale e della cittadinanza attiva e consapevole.

Azioni

Sviluppo di attività di Agricoltura Sociale per inclusione lavorativa

  • Predisposizione attività: avvio laboratorio trasformazione di prodotti agricoli di Terre Umbre in loc. Torreorsina Terni e delle attività agricole connesse ai percorsi inclusione lavorativa che verranno avviati da Terre Umbre a Terni ( 8 persone) e da Angsa a Spello ( 2 persone).
  • Pianificazione: piano di produzione, promozione e commercializzazione dei prodotti di Agricoltura Sociale Open FarmS
  • Realizzazione attività agricole connesse al Progetto

Percorsi di inserimento nella attività agricole di giovani con ASD

  • Individuazione, da parte dell’’Equipe Multidisciplinare, dei beneficiari con ASD ad high functionning, già valutati tramite TTAP (TEACCH Transition Assessment Profile) dal DSM
  • Elaborazione dei Progetti Personalizzati di Inclusione Lavorativa (PPIL) coerenti con i Progetti Terapeutici
  • Definizione dei gruppi Educatori/operatori inclusione – beneficiari (rapporto 1 Educatore per 2 Beneficiari). 8 beneficiari a Terni ( Terre Umbre) per 4 gruppi e 2 beneficiari a Spello (Angsa) per 1 gruppo
    Seguono:
  •  Realizzazione percorsi inserimento lavorativi con modalità on the job con osservazione iniziale
  • Verifiche con Educatore e Responsabile Tecnico

Modello di intervento

  • Prototipazione tramite strumenti di service design da attuare con gli attori di Progetto (ATS e Stakeholder).
  • Implementazione di software gestionale per monitoraggio Progetti Personalizzati di
    Inclusione Lavorativa integrato con video modelling
  • Sperimentazione con facilitatori per agevolare il percorso abilitativo in sintonia con i principi dell’ ICF (International Classification of Functioning, disability and health)
  • Validazione modello tramite strumenti di service design

Azioni di inclusione Sociale (AIS)

  • Pianificazione annuale Azioni di inclusione Sociale da svolgersi presso le Fattorie Sociali di Terre Umbre e ANGSA e in altri contesti territoriali
  • Cooprogettazione di dettaglio attività Azioni di inclusione Sociale coerentemente con gli obiettivi di integrazione sociale
  • Realizzazione attività Azioni di inclusione Sociale tramite modalità di coinvolgimento attivo delle Comunità dei cittadini e delle persone con ASD e loro famiglie.

Promozione e valutazione

Promozione del progetto e diffusione dei risultati

  • Promozione del Progetto
  • Diffusione e disseminazione dei risultati

Controllo di gestione: monitoraggio, verifica Progetto, Azioni specifiche e risultati

  • Monitoraggio con rilevazione dati con modalità predefinite
  • Verifica Azioni/attività progettuali e raggiungimento obiettivi specifici

Valutazione

  • Valutazione Progetto, Azioni, risultati raggiunti
  • Valutazione Impatto Sociale

News e blog

Aggiornamenti e informazioni utili da Open Farms

Bilancio Sociale 2020

Bilancio Sociale 2020

BILANCIO SOCIALE 2020Download La redazione di questa edizione del Bilancio Sociale permette alla Terre Umbre Società Cooperativa Sociale Agricola di affiancare al tradizionale Bilancio di esercizio, un ulteriore strumento di rendicontazione che fornisce una...

leggi tutto